FAIRTRADE – IL NOSTRO CONTRIBUTO

Siamo fieri di poter proponerci le prime salse bio/del commercio equo al mondo. Perché siamo i primi offerenti? Perché l’acquisto delle materie prime e la preparazione di queste salse gustosissime senza amplificatore richiede molto sforzo, lavoro e un po’ d’idealismo.

FAIRTRADE HA RIPERCUSSIONI SU COMUNITÀ INTERE.

I premi Fairtrade non hanno un effetto positivo solo sui singoli piccoli produttori. Spesso va a vantaggio di tutta la comunità. Perché i premi vengono da una parte usati per l’infrastruttura locale, e dall’altra parte la più grande parte di questi premi viene distributa nelle comunità. I premi Fairtrade participano anche di modo indiretto alla lotta contro l’esodo dalla campagna dei giovanni che si traslocano spesso in più grandi città, a causa della mancanza di propettive del loro paese natale.

Per questo siamo ancora più fieri, che voi e così anche noi possiamo contribuire direttamente a migliorare le condizioni di lavoro, a rendere possibili più alti prezzi e condizioni eque nei paesi d’origine delle nostre materie prime.

Per questi motivi lavoriamo in partenariato con cooperative certificate Fairtrade attraverso il mondo, che sono impegnate a dare un futuro migliore ai loro piccoli produttori e le loro famiglie. Ne vorremmo presentarci un paio:

CURCUMA FAIRTRADE DAL SUD DELL’INDIA:

La situazione dei piccoli produttori dal sud dell’India si aggravava sempre più. I raccolti di riso non erano buoni, si doveva acquistare pesticide e concimi costosi. I raccolti non se ne valevano la pena e gli agricoltori dovevano indebitarsi da creditori privati fino a 60% di interessi per questi detersivi, che per il colmo della fortuna causavano malattie delle vie respiratorie e della pelle.

Nel 2001 arrivò la Manarcadu Social Service Society (MASS) che spianò la strada agli agricoltori verso all’agricoltura biologica e diversificò i prodotti. Il 900 dei in tutto 1500 agricoltori MASS cultivano oggi la curcuma. Dal 2008 MASS è certificata dalla Fairtrade. Con i premi Fairtrade un’assitenza sanitaria supplementare come anche borse di studio per allievi dotati vengono finanzate. Un parte dei soldi viene inoltre investita nella costruzione di un’installazione di trattamento.

PIÚ INFORMAZIONI SULLA MASS

Scaricare il PDF

ZUCCHERO DI CANNA DEL MAHARASHTRA, INDIA:

India - il paese dei colori abbondanti. Così viene descritto. Ma lo stato federale del Maharashtra può anche mostrare che l’India è anche un paese piano, secco, polveroso e al calore soffocante. Circa 17000 famiglie di agricoltori vivono qui. La maggior parte coltiva la canna da zucchero. Il periodo asciutto di 9 mesi come anche il calore estremo sono da sempre un problema che fa dell’irrigazione una difficoltà eterna.

L'iniziativa della canna da zucchero della Suminter fa in modo che una grande parte degli agricoltori possa convertirsi alla produzione biologica redditizia. Intanto sono anche 500 di questi agricoltori che sono certificati Faitrade.  Con i premi e i redditi giusti si possono acquistare un sistema efficace di irrigazione a goccia.
E questo non ha solo ripercussioni sugli agricoltori. Grazie all'iniziativa l'infrastruttura in questa parte del paese si è chiaramente migliorata e quindi nuovi posti di lavoro sono stati creati.

PER PIÙ INFORMAZIONI SULLA SUMINTER

Scaricare il PDF

PUREA DI BANANE FAIRTRADE DALL’ECUADOR:

La cooperativa diretta di modo democratico El Guabo della provincia di El Oro è l’esempio paradigmatico di un movimento di base. La cooperativa è stata fondata nel 1997 da 14 piccoli produttori che corressero il rischio enorme di evitare il loro intermediario e di vendere un container di banane direttament in Europa a loro spese.

Il rischio se n’è valso la pena. Perché oggi ci sono 320 produttori di banane che organizzano El Guabo e in tutto 430 lavoratori che ci sono impegnati.  I redditi giusti non lì garantiscono finanzare la formazione, l'assistenza sanitaria e agli anziani come anche le infrastrutture della regione.

PER PIÙ INFORMAZIONI SU EL GUABO

Scaricare il PDF

Se vuoi imparare di più sui progetti dell’organizzazione Fairtrade o conoscere altri prodotti del commercio equo, clicchi qui:

Su Fairtrade